BestOnDesk
Image default
Libri Motivazione Viaggi di lavoro

5 libri di Paolo Rumiz che cambieranno il tuo modo di pensare al viaggio

“Il mondo è un libro, e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina”
Agostino d’Ippona

Una piccola premessa davvero importante per chi ama leggere:

Ricorda di iscriverti ad Amazon Kindle Unlimited e non perdere l’opportunità di accedere a centinaia di opere di qualsiasi genere in modo gratuito.

Clicca sul tasto di seguito per scoprire di cosa si tratta:

Prima di tutto perché Paolo Rumiz.

Semplice, perché sono un suo grande fan, divoratore dei suoi libri e avido dei suoi insegnamenti, ma non solo.

Anche perché a mio avviso si tratta di uno di quegli scrittori che non mettono il nero dei caratteri sul bianco di una pagina, ma imprimono in un libro una parte della loro anima lasciando una traccia di se stessi che va oltre il tempo e lo spazio, giungendo in luoghi inaspettati e incontrando altrettante anime assetate di conoscenza, desiderose di speranza, spinte dalla bramosia di trovare la loro opportunità di cambiamento tra una riga e l’altra, dentro ogni avventura del narratore, e prima di ogni partenza per un viaggio.

Paolo Rumiz è tutto questo e molto altro ancora, un animo nobile dotato di una spiccata sensibilità, esattamente quella che serve per comprendere lo spirito di un territorio attraverso il terreno calpestato, il suono del vento tra gli alberi, le luci al tramonto riflesse sull’acqua o il vociare delle stelle in una notte limpida; stelle che sono silenziose soltanto per chi non riesce a capire quanto invece esse hanno da dire.



Leggere i suoi libri significa volersi elevare ad una condizione a cui molti ahimè non giungeranno mai, ma verso la quale invece tanti altri aspirano proprio per trasformarsi a loro volta in divulgatori di una sapienza arcaica, tanto semplice quanto misteriosa e indecifrabile da chi per l’appunto non è più in grado di posizionarsi sulle frequenze di ciò che ha attorno a sè.

Identificare alcune tra le sue opere è come dover scegliere il bello tra il bello, ma quando si parla di viaggio e di “scrittura con i piedi” come egli stesso ama definire il suo modo di creare emozioni, ci sono 5 libri che forse, a mio avviso, spiccano tra tutti per essere in grado di lasciarti dentro qualcosa in più, l’input che serve per chiudere il notebook, indossare una scarpa comoda e partire per una destinazione che forse ancora non conosci, ma che presto sarà essa stessa ad indicarti la via come un magnete naturale a cui non è possibile resistere.

“ll vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi”
Marcel Proust

E se quindi erano un paio di occhi nuovi ciò di cui eri alla ricerca da tempo, ecco i libri che ti aiuteranno ad indossarli, facendoti ripensare il concetto di viaggio, qualunque esso sia.

1) Appia

Offerta
Appia
  • Rumiz, Paolo (Author)

Un itinerario perduto che però è sempre rimasto lì, accanto a noi, sotto gli occhi di molti incapaci di distinguere le tracce della moltitudine di popoli che sono passati da lì.

Un viaggio che può fare chiunque ma che ancora in pochi fanno. Un viaggio che potrebbe essere il tuo prossimo cammino fuori e dentro di te.

Un libro che è pura scoperta, o meglio dire riscoperta, di un territorio che ha segnato il nostro passato e che probabilmente, al momento opportuno, segnerà anche il nostro futuro.

Valutazione di BestOnDesk: 5/5 5 out of 5 stars

2) Il filo infinito

Il filo infinito
  • Rumiz, Paolo (Author)

EU.

2 Parole che oggi richiamano la politica, la moneta, le divergenze e talvolta delle regole delle quali poco si comprende.

Ma c’è molto di più. Alle radici di queste due parole c’è la tenacia di chi combatté la barbarie con la musica, la violenza con la bellezza, la fame con l’insegnamento.

In questo libro Paolo Rumiz si è spinto alla ricerca delle origini Benedettine girando in lungo e in largo per le abbazie d’Europa e riscoprendo nei gesti più semplici, la straordinaria potenza dell’amore per il territorio e per il prossimo.

Esattamente ciò che serve oggi per rendere le parole EU un simbolo di unità riconosciuto ovunque.

Valutazione di BestOnDesk: 5/5 5 out of 5 stars

3) Il ciclope

Offerta
Il ciclope
  • Rumiz, Paolo (Author)

Chi non ha mai sognato di vivere in un faro?

La luce in mezzo al mare che guida, ispira e fa tirare un sospiro di sollievo ai marinai in balia dei venti.

Trascorrere poi un periodo di tempo in un posto del genere significa lasciarsi andare alla suggestione più completa, parlare con le stelle, ascoltare il lamento del mare in tempesta, scandire il tempo dal volo degli uccelli e riconoscere i segni di una natura tanto selvaggia quanto umana.

Un’avventura da leggere tutta d’un fiato che si trasformerà in pura ispirazione.

 Valutazione di BestOnDesk: 5/5 5 out of 5 stars

4) Il veliero sul tetto

Il viaggio è trovarsi col pensiero là dove il sogno ti spinge e anche quando il viaggio non è fatto con i piedi, salire su un tetto e sognare di essere sull’albero maestro di un vascello può trasformarsi nel modo migliore per raggiungere luoghi meravigliosi.

In un periodo mai vissuto in precedenza, il valore del tempo è dato dalla capacità di lasciarsi andare nel vivere le nostre emozioni come non avevamo mai fatto.

Valutazione di BestOnDesk: 4,5/5 4.5 out of 5 stars

5) Come cavalli che dormono in piedi

Offerta

La sacralità, la compassione e soprattutto l’insegnamento.

La prima guerra mondiale ci ha lasciato questo e molto altro con lo scopo di farci comprendere che ciò che abbiamo ora non solo è la fortuna di chiamarsi pace, ma la possibilità di rendere questa pace l’esempio per quei popoli e quei luoghi dove ancora oggi regna la guerra.

Territori feriti, cosparsi di caduti, giovani vite spezzate le cui grida riecheggiano tra sacrari militari e campi di mirtilli.

Un viaggio in un dolore vecchio di cent’anni che ci indica dove guardare per far sì che ciò che è stato mai sarà e dipende solo da noi.

Valutazione di BestOnDesk: 4,5/5 4.5 out of 5 stars

Ebbene, se avevi ancora dubbi su cosa si nasconda dietro un viaggio, d’ora in poi ti sarà chiaro che viaggiare è vivere e non si può dire di aver vissuto senza aver viaggiato, con i piedi, con la mente e con il cuore.

Perché:

“Un viaggio di mille miglia comincia sempre con il primo passo”
Lao Tzu

Leggi anche: