BestOnDesk
Image default
Corsi Corsi

Diventa Auditor Ambientale. Ecco quanto guadagnerai e perché ne vale la pena

“Credo che avere la terra e non rovinarla sia la più bella forma d’arte che si possa desiderare”
Andy Warhol

Prima di tutto vediamo cosa significa diventare Auditor:

Diventare auditor ambientale significa avere l’opportunità e la scelta di poter lavorare sia come dipendente che come libero professionista, effettuando in maniera autonoma audit di prima, seconda o terza parte per permettere all’azienda per cui lavori o nel caso di libera professione alle aziende per le quali effettuerai il servizio di consulenza, di ottenere le certificazioni ambientali (UNI, EN, ISO 14001:2015) secondo le normative vigenti. 



Chi intraprende il percorso formativo per diventare Auditor Ambientale e quale corso frequentare:

Oggi, sempre più giovani vogliono diventare auditor dei Sistemi di Gestione Ambientale o Auditor ambientali con lo scopo di occuparsi dei Sistemi di Gestione Ambientali (SGA) secondo quanto descritto dalla norma ISO 14001 del 2015. 

Si tratta di lavoratori formati ai quali verranno affidati i compiti di condurre degli audit, ovvero una serie di processi ben strutturati e documentati che hanno lo scopo di trasformarsi nelle linee guida per l’azienda per poter rispettare le norme di riferimento in ambito di ambiente nello specifico legate ai prodotti e ai servizi che l’azienda stessa offre al suo mercato di riferimento.

Chi desidera diventare Auditor, e oggigiorno sempre più persone sono orientate verso questa professione, ha voglia di mettersi in discussione sviluppando nuove competenze per poter dare un serio contributo al miglioramento dei processi aziendali ai fini della riduzione degli impatti ambientali, effettuando audit di tre tipi: di prima parte, di seconda parte e di terza parte.

Scopri immediatamente il corso che ti darà accesso a questa professione:

Cosa sono gli Audit di prima, seconda e terza parte:

Gli audit di prima parte sono di audit che l’azienda richiede per verificare l’affidabilità del suo sistema interno.

È quindi compito dell’auditor ambientale, studiare e comprendere i processi aziendali allo stato attuale e gli impatti ambientali legati ad ogni attività, ma non solo. L’auditor ha il compito di entrare anche nei processi decisionali, verificare il metodo, il modo in cui circolano le informazioni, il livello di interesse e di cultura ambientale di tutto il personale dell’azienda per cui effettua l’audit.

Gli audit di seconda parte, tra l’altro attualmente molto richiesti dalle aziende medio grandi, servono per valutare partners e fornitori e sono realizzati fuori dall’azienda appaltatrice. L’auditor ambientale si reca di fatto nelle aziende che collaborano con chi ha richiesto l’audit e in quella sede applica le stesse tecniche utilizzate per gli audit di prima parte.

Infine, gli audit di terza parte sono realizzati da un organismo di certificazione (ad es. TUV, Bureau Veritas, SGS). L’ente si reca presso le aziende che ne fanno richiesta con l’obiettivo di raccogliere le evidenze di conformità alla norma UNI EN ISO 14001 e consegnarle ad un organismo di certificazione che, dopo opportune valutazioni, potrà conferire una nuova certificazione oppure rinnovare un certificato esistente.

Vantaggi nel lavorare con Auditor Ambientale:

Oggi, sempre più aziende hanno la necessità di ottenere importanti certificazioni per non perdere grosse fette di mercati sempre più esigenti in tema di tutela ambientale e di rientrare in parametri sempre più stringenti che derivano da normative che sono veri e propri obblighi ai quali attenersi scrupolosamente.

Diventare auditor soddisfa tutte queste esigenze e permette di aiutare le aziende nei processi di cambiamento per ottenere le certificazioni e quindi rispondere ai requisiti delle norme vigenti.

In assoluto, i vantaggi si possono quindi sintetizzare in una domanda in crescita, nella possibilità di scegliere in quale modalità proporre i propri servizi (se come dipendente o libero professionista) e nella possibilità di ottenere un salario degno di nota, superiore alla media di molte altre professioni affini.



Possibilità di guadagno di un Auditor Ambientale:

Diventare auditor, specialmente in libera professione, da accesso a potenziali guadagni che si aggirano anche intorno tra i 200-300 euro al giorno, essendo esso un consulente che lavora per enti di certificazione. 

L’importanza della figura, la forte richiesta e le responsabilità del ruolo di auditor ambientale, dato il compito di analizzare l’attività aziendale, individuare gli sprechi, le strategie di ottimizzazione e i margini di miglioramento per l’azienda in cui opera, gli danno accesso ad un potenziale margine di guadagno che può notevolmente aumentare a seconda della realtà in cui presta il suo servizio, che più contribuirà a far crescere e i

Come diventare Auditor Ambientale:

Frequentando quello che per noi e per i nostri utenti è il miglior corso online del 2020 che ti rilascerà l’attestato abilitante a svolgere tale professione.

Clicca immediatamente e non farti scappare questa grande opportunità:

Leggi anche: