BestOnDesk
Image default
Arredamento e complementi

Herman Miller. La sedia da ufficio che si ispira al Golden Gate

“L’eleganza deve essere la giusta combinazione di distinzione, naturalezza, cura e semplicità. Fuori da questo, credetemi, non c’è eleganza. Solo pretesa”
Christian Dior

Dove nasce Herman Miller:

Herman Miller, Inc. con sede a Zeeland (Michigan), è una società statunitense di arredamenti e mobili per ufficio che ha letteralmente fatto la storia del design industriale per essere tra le prime aziende al mondo ad aver fatto dei componenti d’arredo dedicati al mondo del lavoro, e quindi all’ufficio, una sorta di opere d’arte che spesso si ispirano a forme geometriche naturali o ad opere di ingegneria di alto livello.

La società Herman Miller fu fondata nel 1905 e originariamente produceva arredamenti per camere da letto in stile classico.

Nel 1919 Herman Miller, comprò la società al 51% denominandola Herman Miller Furniture Company, che poi divenne Herman Miller, Inc. nel 1960.

Per oltre quattro decenni Herman Miller, subì l’influenza tra alcuni tra i migliori architetti e designers degli Stati Uniti, cominciando sempre più a proporre un tipo di arredamento da ufficio realizzato con materiale di grande qualità e dal design futurista.

Stile per cui l’azienda Herman Miller è ancora oggi conosciuta; ritenuta l’eccellenza in assoluto per il design straordinario, l’alto livello di ergonomia, la perfetta fusione tra ingegneria ed eleganza e il totale rispetto per l’ambiente.



Tra tutti i componenti progettati e commercializzati dalla Herman Miller, uno in particolare ha fatto la storia tra le sedie da ufficio, oserei dire trasformandosi nel top in assoluto tra le sedie di alta classe, probabilmente non per tutti ma per coloro che desiderano farsi un regalo, o regalare qualcosa che renda omaggio allo stile, la classe e la competenza di un professionista che apprezza l’eleganza a la raffinatezza.

Stiamo parlando della sedia da ufficio modello Sayl.

Scoprila subito:

Herman Miller, sedia Sayl, colore nero
  • Con supporto lombare, e braccioli regolabili in altezza.
  • Con ammortizzatore di inclinazione posteriore e anteriore.

Ecco cosa nasconde la sedia da ufficio più apprezzata al mondo:

Progettata da Yves Béhar, la seduta Sayl nasce dall’idea di voler applicare i principi di ingegneria di un ponte sospeso ad una sedia da ufficio.

Yves Béhar si soffermò ad osservare il simbolo più conosciuto della sua città, il Golden Gate, chiedendosi se fosse possibile replicare una forma così aerodinamica in una seduta.

Utilizzare una torre di sospensione per sostenere uno schienale sospeso senza telaio significava che il materiale di sospensione elastomerico poteva essere allungato, in modo da fornire la massima tensione nei punti dove era necessario il supporto e la minima tensione in quelle zone che dovevano consentire la massima gamma di movimenti.

Il tentativo divenne presto un successo, decretando il trionfo della sedia Sayl in svariati concorsi, mostre e convegni.



Qualche premio:

La linea di sedute Sayl riceve il premio FX International Interior Design nella categoria “Migliori sedute da ufficio”.

 La seduta Sayl riceve il riconoscimento di “Design dell’anno” dalla commissione degli International Design Awards (IDA) 2010.

La seduta Sayl ottiene il premio Interior Design come “Miglior prodotto dell’anno” nella categoria “Sedute: ufficio/lavoro”.

In buona sostanza, regalare questa sedia a te stesso o ad una persona cara che ammiri per davvero, significa regalare un oggetto che porta con sé la storia di un’azienda lunga oltre un secolo, e il coraggio di aver seguito una visione che va fuori dagli schemi. Tutto questo senza considerare il comfort, l’ergonomia e l’eleganza di una sedia che una volta in ufficio assume presto il connotato di oggetto di valore non solo economico ma anche affettivo per il professionista che ne farà uso e che saprà di possedere una parte di storia di un’azienda di successo. 

Ammira l’eleganza:

Herman Miller, sedia Sayl, colore nero
  • Con supporto lombare, e braccioli regolabili in altezza.
  • Con ammortizzatore di inclinazione posteriore e anteriore.

Ricorda che:

“La cosa più difficile al mondo è essere riconosciuto non per un logo, ma per una silhouette”
Giambattista Valli

Cerchi una sedia eccellente ad un costo più contenuto? Scopri la classifica delle migliori del 2020: