BestOnDesk
Image default
Performance

Why, scegli chi ti dice il perchè

“La gente non vuole piu’ acquistare ciò che fai, ma acquista il perchè lo fai. E ciò che fai dimostra semplicemente ciò in cui credi.
Di fatto ormai, tutte le grandi organizzazioni del mondo hanno una profonda comprensione del perchè facciano ciò che fanno.”
Simon Sinek

Mi fai un preventivo?

Si certo:

Siamo un’azienda leader nel settore… (CHI)

Con sede a… (DOVE)

Noi facciamo cosi, lavoriamo in questo modo… (COME)

Utilizziamo questo materiale piuttosto che quell’altro… (COSA)

Possiamo fare il lavoro il mese prossimo… (QUANDO

$$$$ Sono 4500… (QUANTO… OVVIAMENTE IL COSTO)

Nessuno, o meglio in pochi si preoccupano di dirci il perche’ del loro mestiere e noi purtroppo siamo ormai abituati a non chiederlo o a domandarlo raramente.

Ma è proprio la risposta alla domanda: “perchè?” a fare spesso la differenza tra l’eccellenza e la mediocrità in qualsiasi ambito.

Nonostante ciò che si possa pensare, il motivo principale per cui lavoriamo non è, e non dovrebbe essere in alcun caso solo il denaro.

I soldi sono il giusto compenso a fronte di una prestazione. Ma è il risultato di quella prestazione ciò che dà un senso alla nostra vita professionale, ci rende utili agli altri e quindi al mondo esterno che giudica e a tutte le persone fuori della nostra cerchia che valutano un risultato.

È soltanto attraverso il lavoro, che riusciamo ad esprimere una grossa parte dello scopo della nostra vita e traiamo le soddisfazioni necessarie per sentirci appagati e apprezzati.

Ancor di più, tale principio dovrebbe essere chiaro a tutte quelle aziende che si propongono verso il mercato aperto per fornire i loro servizi, vendere dei prodotti o occuparsi della gestione dei nostri beni.

Queste aziende dovrebbero presentarsi a noi attraverso la risposta sul perchè svolgono la loro attività, cosa in origine li ha spinti verso quel mestiere e perchè oggi continuano a farlo, mostrandoci chiaramente la loro missione prima di tutto il resto.

Ogni azienda dovrebbe prima di tutto essere rappresentata dal suo why” farne un cavallo di battaglia e dare le garanzie che esso sia condiviso con ognuno dei collaboratori dell’azienda stessa.

Pertanto, manager o imprenditore, oltre che trovare il tuo “WHY”, per la tua carriera e nella tua vita professionale, chiedi e pretendi di conoscere il “PERCHE'” di ogni collaboratore, professionista o azienda alla quale ti affiderai.

La risposta a una tua sola domanda farà sicuramente la differenza tra il risultato che desideri e il risultato che otterrai.

Per approfondire, ecco il libro che non ti puoi perdere:

Offerta

Leggi anche:

L’errore più grande che ogni azienda commette